Pagine

14 maggio 2018

Progetto Scuola 2017/2018


Anche quest'anno, come ormai da 7 anni a questa parte, l'Associazione A.S.P.A. ha portato avanti, a titolo gratuito, in alcune selezionate classi della scuola media di Anguillara Sabazia, il progetto “Il cane, il gatto e l'uomo”. 
Obiettivo principale: sensibilizzare i ragazzi sul tema del randagismo e renderli consapevoli delle misure da adottare per evitarlo. 
Grazie alla disponibilità, totalmente su base volontaria, di assortite figure professionali, ogni classe aderente al progetto é stata coinvolta e affiancata nell'affrontare temi diversi riguardanti il mondo animale.
Vogliamo ringraziare i medici veterinari, Dott. Alessandro Calderini e Dott. Calogero Cottone, la psicologa, Dr.ssa Gioia Costantini, le educatrici cinofile Marta Fioretto e Rita Caramella, e, inoltre, la Sig.ra Monica Infantino, vicepresidente della “Fondazione Prelz” di Campagnano.
Il Dott. Calderini e il Dott. Cottone hanno affrontato temi di carattere sanitario, spiegando l’importanza dell’inserimento del microchip nei cani e della sterilizzazione.
La Dr.ssa Costantini, volontaria dell’Ass. A.S.P.A., ha affrontato il tema della “pet therapy” e dei benefici che bambini e adulti possono trarre da questa “terapia dolce”.
La Sig.ra Marta Fioretto, volontaria dell’Ass. A.S.P.A., e la Sig.ra Caramella, hanno affrontato i temi della educazione di base e comunicazione del cane. 
In via del tutto eccezionale, per la prima volta, abbiamo avuto degli assistenti speciali!!! Kenya, bellissima cucciola di border collie di proprietà di Marta e Bella, Toruck ed Eugeene di proprietà di Rita, che si sono prestati, insieme alle loro padrone, ad attività di tipo educativo. 
La Sig.ra Infantino con “Io non ti abbandono” ha affrontato il delicato argomento del distacco dal proprio padrone, riportando esperienze vissute presso la “Fondazione Prelz” che si occupa dal 1983 di assistere, sterilizzare e dare ricovero ai cani vaganti.
Il progetto si è concluso con la visita al “Rifugio Scrat”, gestito proprio dall’Ass. A.S.P.A. 
I ragazzi, estremamente coinvolti ed attenti, hanno potuto osservare dal vivo le condizioni degli animali in attesa di adozione, in un clima festoso ma al contempo rispettoso nei confronti degli animali domestici. La visita, inoltre, ha avuto lo scopo di far prendere coscienza dell’attività di volontariato, auspicando lo sviluppo di una cultura fatta di solidarietà, non violenza e rispetto nell’interesse della collettività.










Nessun commento:

Posta un commento